TROVA I MADRELINGUA PIÙ ADATTI A TE

Tandem ti metterà in contatto con utenti che parlano la lingua che stai studiando, e che vogliono imparare una delle lingue che parli. Migliora le tue capacità di ascolto ed esercitati nella pronuncia fino a quando imparerai a parlare come un vero madrelingua.

CONOSCI GENTE NUOVA

Con oltre 3 milioni di persone provenienti da tutto il mondo, su Tandem c’è sempre qualcuno di nuovo da conoscere.

MIGLIORA LE TUE COMPETENZE

Non importa quale lingua tu stia imparando: su Tandem troverai sempre chi può aiutarti a padroneggiare ogni insidia della lingua, in tempo zero.

Perché studiare il cinese

Avvicinarsi alla lingua può mettere in soggezione chiunque: la grammatica e la pronuncia del cinese non assomigliano a nessuna delle lingue europee, per non parlare del sistema di scrittura, che è troppo sofisticato per essere compreso “al volo”. Ma non scoraggiarti: per quanto il compito possa sembrare difficile, ci sono milioni di occidentali che hanno imparato la lingua senza grosse difficoltà. Anche perché i benefici del cinese non sono pochi. Il mandarino è l’idioma più parlato al mondo, con circa 1,2 miliardi di madrelingua; e anche se molte di queste persone vivono in Cina, è facile trovare comunità di cinesi sparse in giro per il mondo.

La Cina poi è un paese che ha attraversato uno sviluppo inarrestabile: il suo PIL pro capite tra il 2000 e il 2010 è più che raddoppiato, facendone il Paese con il maggior numero di esportazioni, nonché la nazione al mondo che importa il maggior numero di prodotti dall’estero. Grazie al suo settore manifatturiero, molte aziende hanno deciso di investire sulla Repubblica Popolare Cinese: e se vuoi lavorare in aziende internazionali, dovresti assolutamente considerare il cinese come un tassello chiave della tua strategia professionale.

Ma non solo economia! La Cina è un luogo dal patrimonio naturale e culturale enorme ed unico. C’è così tanto da vedere che dopo mesi di viaggio non avrai che raschiato la superficie di quello che questo meraviglioso Paese può offrirti… senza la lingua però non andrai mai oltre questa superficie. E questo perché pur essendo una meta turistica molto gettonata, al di fuori di Pechino e Shangai sono pochi quelli che parlano altre lingue, inglese incluso.

Sapersi esprimere in un cinese elementare può fare la differenza: eviterai equivoci, scoprirai gli aspetti più autentici della cultura locale e il tuo viaggio potrà diventare l’esperienza indimenticabile che tutti cercano.

Alcune curiosità sulla lingua

  • 1,2 miliardi di persone parlano cinese: è circa il 16% della popolazione mondiale;
  • Ci sono tra 7 e 13 varietà regionali di cinese, di cui il mandarino è quella più parlata;
  • Il cantonese è la varietà di Hong Kong e Macao;
  • Il cinese è una delle sei lingue ufficiali dell’ONU;
  • Il cinese è una lingua tonale, che usa inflessioni della voce per distinguere tra parole apparentemente identiche;
  • Solo l’8% della popolazione cinese (10 milioni di persone) parla inglese.

Le insidie della lingua cinese

Tutti credono che imparare il cinese sia una missione impossibile: in realtà se fatto nel modo giusto può essere semplice e divertente. Molti esperti sostengono che sia più facile da imparare di alcune lingue europee come il francese e lo spagnolo, perché in cinese i verbi non variano mai: non ci sono tempi, casi, plurali o generi. Facile, no? E non ci sono neanche parole chilometriche come l’inglese honorificabilitudinitatibus o la tedesca Strassenbahnhaltestelle. Le parole cinesi sono lunghe una sillaba sola.

Ciò che scoraggia gli occidentali è la scrittura. È un sistema completamente diverso: è organizzato in colonne che vanno dall’alto verso il basso, da destra verso sinistra, anche se a dirla tutta questo modo di scrivere è caduto in disuso, in favore di quello orizzontale. Il problema vero è che il cinese non ha un alfabeto fonetico come quello latino, ma una serie di “icone” (gli ideogrammi) che rappresentano un oggetto, un concetto, un’idea, oppure un tipo di pronuncia. Gli ideogrammi rappresentano sia una sillaba che una parola, e combinati tra loro compongono strutture complesse o frasi: e siccome questi caratteri speciali devono essere tutti memorizzati, molti hanno paura perfino di iniziare. Giusto per avere un’idea, un madrelingua istruito conosce circa 4000 ideogrammi. Che non è poco.

La pronuncia poi è decisiva! Il cinese è una lingua tonale e monosillabica, quindi un’inflessione sbagliata della voce può stravolgere il significato di una parola, e anche drasticamente. Per esempio:

“Mamma”

“Canapa”

“Cavallo”

“Rimproverare”

È facile sbagliare, ma una volta colto il meccanismo dietro l’uso dei toni si può perfino essere creativi. Ti servirà solo un po’ di esercizio per scoprire le magie della lingua. Ad esempio: si può costruire una frase di senso compiuto utilizzando la stessa sillaba più volte, facendo attenzione a dare a ciascuna parola un tono diverso: Shī Shì shí shī shǐ  (Il poeta che mangia leoni nella tana di pietra), è una storia di 92 parole, composta esclusivamente dalla sillaba “shi”.

Come imparare il cinese

Ci sono tantissimi modi per imparare la lingua, e grazie ad internet molti di questi sono gratuiti.

Corsi di lingua

Il metodo classico per imparare una lingua straniera è quello di frequentare un corso. In classe ci si può esercitare su tutti e quattro gli aspetti dell’apprendimento (lettura, scrittura, conversazione, ascolto) contemporaneamente. Tuttavia, questo metodo richiede soldi – e per il cinese di solito non sono pochi – oltre che una fetta grossa del proprio tempo: non è certo la soluzione ideale per le persone impegnate.

Tutoraggio/Lezioni private

Un tutor è la tattica migliore per imparare una lingua: interagendo con un madrelingua cinese si può parlare, ascoltare, scrivere e leggere il cinese vero, quello parlato nella vita di tutti i giorni. Anche se con l’aiuto di un insegnante qualificato i miglioramenti sono tangibili, questo metodo può risultare abbastanza caro; molti allora si mettono a cercare persone cinesi interessate alla propria lingua, con cui fare uno scambio culturale. In fondo si dice che il miglior modo di imparare qualcosa è di insegnarla, no?

Approccio multimediale

Se sei autodidatta, allora libri e audiovisivi in cinese possono fare al caso tuo. Con un’adeguata forza di volontà il tuo vocabolario e la tua padronanza della grammatica miglioreranno, certo, ma potresti privarti di un aspetto chiave: l’interazione con i madrelingua, senza la quale si rischia di parlare un cinese “da manuale”, rigido ed artificiale. Non il cinese della vita di tutti i giorni, insomma.

Software

Alcuni software per computer imitano l’apprendimento linguistico durante l’infanzia. Questi software insegnano ad associare luoghi, oggetti e situazioni esclusivamente in cinese, niente viene tradotto parola per parola come accade in molti libri di testo. Questo metodo può essere efficace, però anche in questo caso non si interagisce con le persone, che di solito rendono una lingua più stimolante.

Viaggi e full immersion

Non c’è modo più bello di imparare una lingua che visitare i posti in cui viene parlata; ammesso che uno abbia soldi a sufficienza, ovvio. E tempo. Inoltre, a meno che tu non abbia già solide basi di cinese, visitare la Cina senza parlare la sua lingua può portarti più confusione che altro. Considera le full immersion solo se il cinese lo sai già.

Online

Per chi inizia ad addentrarsi nella lingua e vuole una panoramica sulle sue basi, questa è l’opzione migliore. Ci sono tantissimi siti che offrono corsi online, gratuiti o a prezzi convenienti, e che vale la pena di provare. Se il tuo livello è già buono, molto probabilmente troverai questi siti deludenti, visto che coprono solo aspetti elementari (di solito scrittura, pronuncia e grammatica base).

App

Le nuove applicazioni per dispositivi mobili colmano molte lacune degli altri metodi. Mettono in contatto madrelingua e studenti di tutto il mondo, per qualsiasi lingua e in qualsiasi momento: è una vera e propria rivoluzione che sta dentro il palmo della mano. Basta semplicemente loggarsi. Tutto qui. A casa o in viaggio, da cellulare o da tablet, ogni momento può essere quello giusto per migliorare la tua lingua preferita.

Impara il cinese con un Insegnante Tandem!

Gli insegnanti di Tandem sono un’occasione perfetta per migliorare il cinese: si combinano tutti i metodi di apprendimento in uno solo. È facile, divertente, e permette di ricevere consigli su misura da personale esperto, madrelingua; in qualsiasi momento, ovunque tu sia.

Con gli insegnanti di Tandem potrai:

  • Ricevere correzioni personalizzate, su tablet o smartphone;
  • Imparare da insegnanti qualificati, scelti con cura in base alla loro esperienza e bravura;
  • Trovare l’insegnante più compatibile con il tuo stile di apprendimento;
  • Ritagliarti con facilità del tempo per una lezione: ci sono anche lezioni di 15 minuti!
  • Provare una prima lezione gratuita.

Una volta scaricata l’app, avrai diritto a una lezione completamente gratuita con un insegnante Tandem a piacere. Ti bastano solo 5 minuti per iniziare un viaggio speciale verso la padronanza del cinese: scarica l’app dallo store e il gioco è fatto!